Mus-e: mille voci contro l’ignoranza          gennaio 2014

Oggi, dopo quel che è successo in Francia con gli attentati contro Charlie Hebdo ed il supermercato kosher di Porte de Vincennes, la parola integrazione assume un significato ancor più pregnante. Integrazione, che significa anzitutto conoscersi, misurarsi, apprezzare le differenze e gioire delle corrispondenze, del fatto di sentirsi tutti “uno” di fronte, ad esempio, alla bellezza, a quei valori assoluti che superano ogni linguaggio.

La paura e l'ignoranza sono i veri nemici da sconfiggere. Paura ed ignoranza che ad alcuni fa comodo alimentare, per coltivare, attraverso l'odio, bieche situazioni di privilegio e dominio. Rompere questo circuito malato è possibile, ed è il senso dell'impegno che Mus-e ha messo nel suo agire in questi anni di progetti e laboratori per le scuole d'Italia.

Testimoni di un mondo possibile, dove le differenze sono ricchezza, dove culture e tradizioni di popoli e Paesi lontani diventano strumento di conoscenza per chi vive in una terra bellissima com'è l'Italia, da sempre crogiuolo di genti, per la sua straordinaria posizione geografica che la vuole ponte tra l'Occidente e l'Oriente.

Mus-e ha fatto molto, ma c'è sempre uno spazio da colmare: ecco perché l'integrazione è un tema estremamente attuale, che merita un'attenzione costante, che va coltivata e percorsa, giorno dopo giorno. I "nostri" bambini hanno validi strumenti per poter crescere equilibrati, sani, sereni, consapevoli che essere diversi non significa essere nemici.

E questo grazie all'educazione all'arte ed alla bellezza, intese come valori universali che trascendono ogni contrasto.

Continueremo, purtroppo, a registrare situazioni di conflitto, di prevaricazione, più o meno gravi, dettate dalla non conoscenza e dalla diffidenza, ma finché ci saranno voci che sapranno farci apprezzare il valore della differenza, avremo una speranza.

Mus-e è una di quelle voci. Dobbiamo impegnarci perché queste voci divengano un coro potente, capace di assordare l'odio, la paura, l'ignoranza. 

Il coordinamento nazionale di Mus-e Italia (scarica il PDF)

Per la newsletter di dicembre 2014 clicca qui 

  

Ogni anno incontriamo più di 10.000 bambini nelle scuole pubbliche primarie di tutta Italia offrendo alle classi la possibilità di aderire al progetto Mus-e del tutto gratuitamente, in modo da vivere esperienze di arte per l'integrazione.

Aiutaci con un piccolo gesto che a te non costa nulla!

Basta una firma per donare il tuo 5x1000 a MUS-E Italia Onlus nella prossima dichiarazione dei redditi, segui  le istruzioni sulla compilazione dei moduli oppure comunica il codice fiscale 972 460 901 59 al tuo commercialista.

Grazie dai bambini che partecipano al progetto Mus-e! 

L’Associazione nazionale MUS-E Italia Onlus è stata presieduta fino al gennaio 2013 da Riccardo Garrone, l’attuale Presidente è il dott. Antonio Guastoni e la vice Presidente è Costanza Garrone.

Rita Costato Costantini è la Coordinatrice Nazionale 
del Progetto Mus-e in Italia.

 

Se non desideri ricevere più questa mail, clicca qui